ElezioniAbruzzo.it:
le elezioni in Abruzzo risultati, candidati e commenti.
      

Elezioni Abruzzo - Home Contatti Link Mappa

                       Politica Abruzzo: L'Aquila, Pescara, Chieti, Teramo

 

 
 
 
 

           Elezioni 2007: Amministrative

 Regionali

Provinciali Comunali Europee Partiti politici Canditati Exit pool  Risultati elettorali              
.

 Alleanza Nazionale
 Fiamma Tricolore
 L'Unione
 Democratici di Sinistra
 Socialdemocrazia
 Italia dei Valori
 Forza Italia
 Aree Verdi
 Comunisti Italiani
 UDC
 UDEUR
 Margherita
 Rifondazione Comunista
 

 

I PARTITI POLITICI NELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

La Costituzione Italiana riconosce esplicitamente il ruolo dei Partiti Politici quando scrive, all’art. 49, che «tutti i cittadini hanno il diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere in modo democratico a determinare la politica nazionale».
Da questa disposizione discendono quattro principi soprattutto:


1. La formazione dei partiti è libera: ogni partito ha diritto di cittadinanza nello Stato italiano qualunque ne sia l’ideologia. L’unico limite a tale libertà, scritto nell’art. XII delle disposizioni transitorie della Costituzione, è la riorganizzazione del partito fascista.
2. La repubblica si fonda sul pluralismo dei partiti. L’uso del plurale ("partiti") nell’art. 49 della Costituzione implica che sarebbe inammissibile un regime a partito unico.
3. Ai partiti è riconosciuta la funzione di determinare la politica nazionale, in concorrenza tra di loro.
4. I partiti devono rispettare il metodo democratico.

Laddove l'espressione «metodo democratico» definisce il principio per cui la minoranza deve rispettare le decisioni della maggioranza, ma ha la piena libertà di agire, con tutti i mezzi pacifici a sua disposizione, per diventare a sua volta maggioranza e assumere la guida del paese. È proprio del metodo democratico la possibilità dell’alternanza pacifica al potere tra maggioranza e minoranza.
Dal punto di vista giuridico i partiti politici in Italia sono organizzazioni private che si configurano come associazioni non riconosciute e godono quindi dell’ampia libertà d’azione che è prevista dal codice civile per queste associazioni.
Non sono persone giuridiche e pertanto non sono sottoposti ai controlli statali che il codice civile prevede per tali enti.

 

ALLEANZA NAZIONALE
    
 
    La storia
FIAMMA TRICOLORE
    
     La storia
 L' UNIONE
    
     La storia
 DEMOCRATICI DI SINISTRA
    
     La storia
   

 SOCIALDEMOCRAZIA (PSDI)
    
     La storia

    ITALIA DEI VALORI
    
     La storia
     FORZA ITALIA
    
     La storia
     VERDI
    
     La storia
     COMUNISTI ITALIANI
    
     La storia
     UDC
    
     La storia
     UDEUR
    
     La storia
     MARGHERITA
    
     La storia
     RIFONDAZIONE COMUNISTA
    
     La storia

 

 




   Per informazioni
: info@elezioniabruzzo.it